Linux day 2014, per la libertà digitale 25 ottobre Caselle Verona

Logo Linux day 2014, per la libertà digitale 25 ottobre Caselle VeronaL’Officina S3, associazione che dal 2007 si occupa di rigenerare vecchi PC per scopi benefici, aderisce al Linux Day nazionale organizzando un seminario aperto a tutti dal titolo “Linux: un antidoto alla schiavitù digitale? sabato 25 ottobre 2014, dalle ore 15:30 presso la sede dell’Officina, a Caselle di Sommacampagna (VR). Il tema della giornata riguarda la lotta per le libertà digitali. A questo scopo l’officina intende mostrare lo stato odierno della rete delle reti: Internet.

L’evento ha anche lo scopo di presentare l’attività dell’Officina, che da anni lavora per dare dignità ai computer scartati perché obsoleti, rigenerarli e metterli a disposizione di soggetti deboli, ma anche di persone consapevoli. Per fare questo, è fondamentale l’apporto di Linux (sistema operativo open source), che permette a macchine anche datate di funzionare in piena efficienza.

“Il nostro scopo è quello di recuperare dei computer dismessi (trashware),” dice Mirco Gasparini, presidente dell’Officina S3, “e, attraverso il PC ricondizionato, diffondere GNU-Linux e il software libero.”

“Ma tra i nostri obiettivi c’è anche la diffusione del concetto di libertà digitale, che oggi sta passando un momento assai buio,” continua Gasparini,  “stritolata com’è da monopoli come Apple, Google, Twitter e Facebook.”

Per questo appoggiamo Ninux, un progetto di rete libera e alternativa con presupposti molto simili al nostro amato Linux, a cui abbiamo aderito con entusiasmo,” conclude Gasparini.

Come tradizione, chi porterà il proprio PC potrà farsi aiutare nell’installazione di Ubuntu-linux. Quest’anno sarà attivo anche un mercatino in cui troverete PC già pronti e componenti hardware, per iniziare da subito la vostra esperienza con Linux. Saranno disponibili alcune copie del libro sul trashware, orgoglio dell’associazione, scritto dal vulcanico Mirco Gasparini.

→ Prosegui la lettura di Linux day 2014 parleremo di libertà digitale a Verona

René Burri un ricordo da Verona

Il fotografo svizzero René Burri, celebre per i suoi ritratti di Che Guevara e Pablo Picasso, è morto lunedì 20 ottobre a Zurigo a 81 anni.

Graffiti Street-art- Burri su stradone Santa Lucia Verona

Ecco un ricordo del fotografo in questo scatto fotografico urbano di Apriti Verona.

 

Clock DVA Interzona Verona

Clock DVA Interzona Verona Adi Newton Adi NewtonI Clock DVA di Adi Newton hanno suonato all’ Interzona a Verona, eseguendo un concerto multimediale con musica elettronica e immagini proiettate.
Adi Newton e i suoi assistenti entrano vestiti di bianco ghiaccio, sembrano degli scienziati provenienti da un laboratorio biologico – digitale.
Poche parole e il concerto inizia con un flusso di musica elettronica ed immagini, integrate perfettamente.
Suoni digitali che fanno di rimando alla new wave più sperimentale, ai Kraftwerk, ai ritmi free jazz, suoni elettronici con sequenze meccaniche e atmosfere notturne.
I brani sono per lo più strumentali, alcuni sono alternati con la voce di Adi Newton, monocorde e oscura.

→ Prosegui la lettura di Clock DVA Interzona Verona

Libri e muri

Guido Scarabottolo muro e libri

L’omino azzurro che ne farà del libro?
Lo lancerà al di là del muro?
Lo leggerà a chi sta al di là del muro?
Lo …

Illustrazione di Guido Scarabottolo.

Dagli Einstürzende Neubauten sta arrivando Lament

Einstürzende Neubauten Lament 2014Il gruppo berlinese degli Einstürzende Neubauten è dal 2007 che non produce un nuovo album e quest’anno finalmente uscirà Lament.
Si tratterà di un progetto ispirato allo scoppio della Prima Guerra Mondiale (avvenuto esattamente 100 anni fa).
Il gruppo ha effettuato una ricerca immensa e profonda negli archivi delle università di Berlino e Francoforte, facendo nascere il progetto musicale e teatrale Lament

Gli strumenti che gli Einstürzende Neubauten hanno utilizzato sono sempre tanto particolari e contemporanei: oltre alla straordinaria voce di Blixa Bargeld, ascolteremo l’acciaio, gli oggetti “ritrovati” e altri mezzi studiati e costruiti da loro stessi per abbinarli ad un ensemble d’archi.

L’album Lament sarà pubblicato ufficialmente il 7 novembre 2014 e presentato in un tour teatrale europeo che toccherà anche l’Italia.

Riferimenti:

Facebook Killed The E-mail

Facebook killed the E-amilHo il mio indirizzo di posta elettronica come la maggior parte delle persone che usano le rete internet, però in questi ultimi mesi mi sono accorto di un dato ormai di fatto: non ricevo più e-mail se non newsletter!
Una volta ricevevo racconti di fatti, impressioni, qualche foto, informazioni su cose in generale, link interessanti o saluti, ora quasi più nulla.
Possibile che i miei amici o contatti non mi scrivano più?

Non ci ho messo più di tanto a darmi una risposta, ormai tutti scrivono o postano link su Facebook. Ho rivolto la stessa domanda a qualche amico e conoscente e alla fine hanno ammesso che usano Facebook per comunicare con le persone. Insomma tutto quello che una volta era scritto sotto forma di e-mail è veicolato all’interno del mare magnum del più noto dei social network.

Questo fenomeno non mi sorprende, Facebook è effettivamente facile, comodo, vedi se un amico è collegato, grazie a tutte quelle funzioni che rendono amichevole l’universo del social network. Inoltre questa situazione si è amplificata con i dispositivi mobili perché si ha la possibilità o scelta di avere questo accesso a portata di mano e di essere continuamente on-line. Ti colleghi a Facebook e ti ritrovi addosso un mosaico fitto fitto di parole e di immagini statiche o in movimento, magari nostre o proposte da chissà chi in base agli algoritmi di Facebook e quindi ecco che contatti l’amico via chat o con un commento o schiacci un mi piace e addio alla posta elettronica!

Le sculture di Igor Mitoraj a Castel Vecchio a Verona

E’ stata una piacevole sorpresa ospitare a Verona al Castel Vecchio le opere dello scultore polacco Igor Mitoraj.

→ Prosegui la lettura di Le sculture di Igor Mitoraj a Castel Vecchio a Verona

Ricordando Enzo Baldoni fra i fumetti

Enzo Baldoni con occhiali

Il 26 agosto del 2004 moriva in Iraq come giornalista freelance.
Aveva un agenzia pubblicitaria, gli piaceva scrivere.

Enzo era anche un appassionato di fumetti
e grazie a lui abbiamo potuto leggere le sue traduzioni sulle riviste Linux e Corto Maltese.

Samuele Bersani gli ha dedicato la canzone Occhiali Rotti.

Immagine anteprima YouTube

Per saperne qualcosa: Enzo Baldoni, ucciso in Iraq e insultato in Italia di Gianni Barbacetto.

 

Molino b&n

Dedicated to Rose

C'era un rumore in lontananza ...


C’era un rumore in lontananza
ma eri tu che ascoltavi i Sonic Youth
che ascoltavi i Sonic Youth.
C’era un rumore in lontananza
ma eri tu che ascoltavi gli Smiths e i Sonic Youth. …

Immagine anteprima YouTube
Immagine anteprima YouTube

La strofa è tratta dall’ultimo album Costellazioni de Le Luci Della Centrale Elettrica, la canzone è appunto I sonic youth, mentre nella strofa successiva si citano anche gli Smiths.

Ecco, mi rappresenta.