Una zattera per cambiare

La Zattera logo dell'Iniziativa di informazione nell'economia solidale veroneseUn periodico elettronico per l’economia solidale veronese.

Alzi la mano chi è contento della Verona in cui viviamo. Una provincia terziarizzata, che non produce quasi più niente, che vive di finanza, di speculazione immobiliare, di lavori pubblici, e anche di xenofobia.

Una provincia che, se tornassero i tempi dell’autarchia, non riuscirebbe a sfamare nemmeno il 10 % dei suoi abitanti, a meno che non li si convincesse a mangiare soldi, tabacco e cemento. Una provincia governata, a tutti i livelli, da un sistema di potere a parole ribelle e secessionista, ma anche dissoluto e rapace, sicuramente distruttivo per il territorio.

Eppure, in tutto questo sistema sociale politicamente e culturalmente dominante, c’è qualcosa che si muove. È un movimento poco omogeneo, poco incline a essere etichettato dalle forze politiche, per niente strumentalizzabile, quasi inafferrabile dalle definizioni classiche.

Sostiene un’altra economia, dove il profitto è un accessorio, non la strategia, dove i valori relazionali contano più di quelli economico-finanziari, dove i progetti e le persone sono al centro delle decisioni.

Una galassia policentrica, formata dai gruppi di acquisto solidale, dalle aziende cosiddette etiche, dalle officine popolari,  dagli operatori del commercio equo e solidale, dalle persone sensibili, le associazioni di volontariato, e l’elenco potrebbe continuare.

Il nostro scopo è mantenere i contatti con tutti questi attivisti, e per questo abbiamo deciso di mettere a disposizione il sito del Sèlese e la nostra buona volontà. Nasce così la zattera, un giornale elettronico che utilizza tutti gli strumenti informatici a disposizione, i siti web e la posta elettronica.

Ogni giorno leggeremo gli oltre dieci siti dei Gruppi di Acquisto Solidale veronesi, i siti dei gruppi che partecipano all’economia solidale della nostra provincia, più tutte le notizie rilevanti a carattere nazionale.

Il riassunto verrà spedito a tutti gli interessati con una email settimanale.

Per essere iscritti a questo servizio gratuito basterà inserire il vostro indirizzo email nella casella presente sul sito del sélese (www.selese.org) e confermare rispondendo alla mail che vi sarà mandata.

Il comitato di redazione della Zattera

2 commenti per Una zattera per cambiare

  • teresa sofia pompucci

    abito a siena. tramite il centro “il laboratorio”potrei aggiungere ai miei tappi di sughero tanti altri. in modo pratico mi sapete dire a chi li devo consegnare?
    grazie. a siena c’è la coop ,un negozio equo solidale…
    dopo mi aggiornerò. grazie

Lascia un commento

Puoi usare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>