Franco Battiato - Sarcofagia

Sarcofagia da Ferro battuto di Franco Battiato

La musica dance ed elettronica di questa canzone ci porta verso il testo del filosofo greco Plutarco attualizzato ai giorni nostri: la sofferenza degli animali mangiati dall’uomo.

La musica insiste martellante con un tono apparentemente allegro, ma che progressivamente scopriamo essere in realtà un invito a riflettere sul cibarsi della carne degli animali. La canzone pone gli interrogativi: “l’uomo ha un po’ di sensibilità? Prova dei sentimenti di ribrezzo verso questo modo di alimentarsi?“.
Essa denuncia il dolore provato da questi poveri esseri viventi. Però se si riflette c’è anche l’impatto ambientale degli allevamenti moderni: per farli funzionare bene occorrono e vengono consumate enormi quantità d’acqua. Gli allevamenti producono liquami i cui scarichi inquinano le falde acquifere. Essi possono essere assimilati a catene di montaggio per allevare in modo innaturale con farmaci di vario tipo, bovini, maiali o pollame da uccidere per farne poi assaporare la carne. Ma “non ripugna il gusto, berne gli umori e il sangue?”.

Sarcofagia
Fu nefasta e temibile l’età del tempo
Di profonda e irrimediabile povertà
Quando ancora non si distingueva l’aurora dal tramonto
Quando l’aria della prima origine mischiata a torbida
E instabile umidità al fuoco ed alla furia dei venti
Celava il cielo e gli astri
Come può la vista sopportare l’uccisione di esseri
Che vengono sgozzati e fatti a pezzi
Non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue
Le carni agli spiedi crude
E c’era come un suono di vacche
Non è mostruoso desiderare di cibarsi
Di un essere che ancora emette suoni
Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.

Riferimenti
  • Sarcofagia è un testo di Manlio Sgalambro da Plutarco (scrittore e filosofo, Cheronea, 46 d.C./48 d.C. – Delfi, 125 d.C./127 d.C), musica di Franco Battiato
  • La canzone è tratta dall’album Ferro Battuto (2001)
  • Scritto e pubblicato per Riusa: il portale dell’economia circolare

45 commenti per Franco Battiato – Sarcofagia

  • faccio una battuta orrenda, che ne pensate dell’arresto di sarkò?

  • Io credo ma qui naturalmente ognuno ha le sue convinzioni che il problema sia questa catena di montaggio alimentare in tutti i sensi dall’animale al carciofo di Fondi rinomato per il suo turgore che pochi sanno essere effetto di una pasticca ormonale che gli viene inserita a metà della crescita.
    Siamo nati Nomadi e cacciatori ed infine negli insediamenti L’animale è sempre stato nutrimento e parte del mondo rurale.

    Tendo ad essere vegetariana prediligo formaggio e uova e derivati ma non crediamoci che le vacche da latte non vivano altrettanto indegnamente e non siano in modo innaturale indotte a produrre 30 litri di latte.

    Il problema vero sarebbe ‘meno bistecchine x tutti’ euna vita dignitosa per gli animali . Certamente con un elevato aumento dei costi ma un vantaggio enorme per l’inquinamento e per i terreni sfruttati unicamente per alimentare le bestie a discapito della “fame nel mondo”…

    Ps il cannibalismo viene riferito soltanto a carattere umano

    https://youtu.be/k-izwOOsqHM

    Sheraquelladeitortinidiricottaspinaci

  • quanto mi piace battiato …e il testo è splendido. bel pezzo enri, buondì

  • Non sono vegetariano, ma rispetto chi ha scelto di esserlo. La cosa terribile sono vedere quegli allevamenti intensivi, dove veramente si superano tutti i limiti.
    Saluti a presto.

  • Volenti o nolenti l’uomo si ciba di carne animale sin dai tempi dell’età della pietra, le pitture rupestri confermano i momenti di caccia e di uccisione degli animali.
    Oggigiorno il problema si pone su piano etico ed ambientale, cosa che non accadeva in passato. Una risposta univoca non esiste, se non nelle scelte autonome di ognuno di noi.

  • Nella famosa frase di Battiato rivolta al parlamento europeo, credo che non si rivolgesse nello specifico alle donne, ma indifferentemente a donne e uomini che a suo (sindacabile) giudizio potevano essere considerati tali. Anche qui, non difendo la sua frase; era solo per chiarezza

    • Enri1968

      Ha fatto discutere e dividere, quando accade ciò c’è sempre materia su cui riflettere. Si, penso proprio che hai e ti sei spiegata bene.

  • Ragazzi, che piaccia Battiato o no, sono gusti personali. Qui, mi pareva di capire, si poneva la questione se sia etico cibarsi di animali. Ho frainteso? La mia PERSONALE E OPINABILE opinione è no; non faccio polemica con chi ritiene di sì, ognuno è libero, ma non mi piace quando mi si attacca per questa scelta. La libertà deve valere nei due sensi.

    • Enri1968

      Si, riguarda l’etica.
      Penso che ognuno possa decidere o non, personalmente mi interessa fino a certo punto, rispetto chi non la pensa come me ma allo stesso tempo mi piacerebbe che anche la mia scelta fosse almeno compresa.
      Forse leggendo qui il blog avrai capito che non amo gli integralismi.
      Mi è piaciuta la canzone perché mi dato la possibilità di parlare di allevamenti “intensivi/industriali”.

  • In effetti è così che funziona, si mangiano cuori che battono. Poi ognuno se la mena come vuole, io non li mangio.

    • Enri1968

      Si.
      Personalmente non mangio carne e pesce. Scelte che chiedo gentilmente di rispettare e in ogni caso tiro dritto.

  • A parte gli scherzi , vorrei chiedere a Battiato se ha un auto elettrica o un Diesel visto che è tanto preoccupato per il futuro del pianeta e se non usa l’aereo per gli spostamenti in tour :))
    Ciao Enrico 🙂

    • Enri1968

      Magari leggerà i tuoi commenti… vedo che questa serie di post hanno di sicuro scatenato dei dilemmi… ciao amico!

  • Qualcosa …io e la musica italiana è un brutto rapporto….Morrissey non sta bene 🙁

  • ci manca che faccia la pubblicità ai pisellini findus e alle vellutate e siamo a posto

  • …e allora che si fa ? Chiediamolo a Battiato

    • …forse un po’ di carne gli farebbe bene …mi sembra un po’ emaciato 😀

      • Dette da un altro potrei rimanere ad ascoltarlo ma dette da uno ,che nella sua breve carriera politica , tuonò : «Queste troie che si trovano in Parlamento farebbero qualsiasi cosa. È una cosa inaccettabile, sarebbe meglio che aprissero un casino»…….anche no 🙂

        • Enri1968

          Mah?!? Non saprei cosa dire: forse è stato un passo falso scegliere di essere un rappresentante della regione Sicilia. La frase è molto forte e poco rispettosa delle Donne.
          Rimane la sua musica. Il testo non è suo comunque ma di M. Sgalambro che l’ha ripreso da Plutarco.

        • Come donna e soprattutto inserita nell’ambiente politico ricordo questa frase che lui giustifico dicendo riferita a tutti coloro che avevano fatto del Parlamento un luogo di mercimonio…
          SheraunacheilMaestrostabenedpvesta

      • Enri1968

        Dai… sarà l’età e poi sai che è un po’ un mistico.

    • Enri1968

      Provo a telefonare? Mi sa che darebbe la stessa risposta di Morrissey degli Smiths. :-))

      • ho aggiunto un commento.

        • Enri1968

          Ti ho risposto… ma ti piace Battiato? A me molto.

          • Ciao Enri. Bellissima canzone. Plutarco poi è un nome e una garanzia. Battiato poi, come musica e interpretazione, altra garanzia.
            L’ uomo e’ crudele, e’ vero. Ma e’ una crudelta’ che va anche vista nel contesto della crudeltà della natura: un leone non si fa scrupoli a mangiarsi una gazzella o peggio, se ne ha l’occasione, un bambino…

            • …..l:essere umano non e’ poi cosi peggiore, perché ci sono esseri umani che si pongono il problema. Fra gli animali non esistono scrupoli morali, se non in forma strettamente embrionale. Comunque sia, la natura e’ crudele. E l’uomo puo’ migliorare. L’ animale, non so.

              Ciao Enri, ti saluto dalla mia vacanza mediante cellulare. Buona settimana pasquale, ciao 🙂

              Marghian

              • Enri1968

                Si, su questo possiamo migliorare… buon proseguimento di vacanza!

            • Enri1968

              Grazie del tuo commento, come dicevo è un dilemma comunque noi umani siano più “intelligenti” o no?

Se ti va, rispondi, mi farà piacere leggere un tuo commento, grazie.