Parigi 13 novembre 2015

Parigi 13 novembre 2015 simbolo pace e torre Eiffel

Sono svuotato, ho appreso solo dopo poche ore quello che successo a Parigi, un attacco terroristico senza precedenti, vile e ripugnante.
Non riesco a dormire.

L’odio profondo che immagino fosse presente nella testa dei terroristi … Non riesco più a comprendere, a trovare le parole che si perdono nella mia testa e nel ticchettio della tastiera.

Essere a un concerto e improvvisamente essere morti, feriti e forse vivi?

Solo cattiveria e odio.

Le mie certezze di pacifista restano ma cosa accadrà d’ora in avanti?

 

Siamo scioccati dal massacro di Parigi.
Ancora una volta colpire la popolazione civile è un gesto disumano e vigliacco.
Vediamo accadere in Europa quello che da anni accade in Afghanistan, in Iraq, in Siria: le nostre scelte di guerra ci stanno presentando il conto di anni di violenza e di distruzione.
Diritti, democrazia e libertà sono l’unico modo di spezzare il cerchio della violenza e del terrore.
L’alternativa è la barbarie che abbiamo davanti e alla quale non possiamo arrenderci.

14 novembre 2015 comunicato stampa di Emergency

Se ti va, rispondi, mi farà piacere leggere un tuo commento, grazie.