BlacKkKlansman di Spike Lee

Finalmente il regista afroamericano Spike Lee è tornato: sceglie di dirigere un film sui rapporti razziali negli USA. Lo fa portandoci a Colorado Springs all’inizio degli anni’70. Il racconto è tratto dal libro scritto da un ex poliziotto di colore, Ron Stallworth. Lo “sbirro” riesce ad inventarsi una missione per infiltrarsi in una cellula violenta del movimento razzista del K. K. K. La storia è diretta estremamente bene dal regista, dosando aspetti storici e sociali, ma non rinunciando ad una certa ironia. Non manca la tensione durante il film, specialmente nel beffardo finale della storia raccontata; ma Spike Lee non si ferma ai fatti del film e al suo finale: ci catapulta agli ultimi fatti di violenza drammatica subiti dai manifestanti americani contro il razzismo.

Sicuramente il film ha una ottima sceneggiatura che va di pari passo con un montaggio di grande livello. Non si possono non ricordare tutti gli attori che recitano perfettamente la loro parte, sia i protagonisti che i comprimari.

BlacKkKlansman trailer ufficiale

Voto

ciack 4 voto film

10 commenti per BlacKkKlansman di Spike Lee

Se ti va, rispondi, mi farà piacere leggere un tuo commento, grazie.