Nick Cave 20.000 Days On Earth di Iain Forsyth e Jane Pollard

Una giornata della vita di Nick Cave, più tranquilla di quello che un fan può immaginare.
Il film documentario è piuttosto curato nelle scenografie e nella fotografia. Esteticamente meraviglioso e colorato.
Bello il dialogo immaginario / reale con Blixa che chiarisce perché lasciò i Bad Seeds.
Ha l’onestà intellettuale di citare gli amici dei Birthday Party e parlare di Mick Harvey, amico e fido collaboratore.

Nick Cave 20.000 Days On Earth trailer ufficiale

Voto

ciack 3 voto

Nick Cave The boatman's call

nick cave boatman's callOgni volta che ascolto “The boatman’s call” mi sembra di avere Nick Cave e i Bad Seeds accanto alla mia stanza, tanto è forte la situazione d’ intimità e d’ emozione che fa nascere questo album nella testa. Non mi aspettavo da Nick Cave un disco del genere: introspettivo, calmo, commovente, melodico. Non ci sono canzoni ossessive o elettriche, musicalmente tutte hanno una certa leggerezza, nonostante i temi lirici trattati. La voce bassa e confidenziale di Nick Cave ti affascina, mentre la musica ti avvolge creando un’ atmosfera particolare. L’impressione è di ritrovarsi con un caro e vecchio amico, che non si vedeva da qualche tempo, che racconta le sue storie e lo ascolti rapito. Dopo album in cui la forma canzone era il rock, in tutte le sue origini e sfaccettature, l’ artista in “The Boatman’s call” propone uno stile musicale più cantautoriale, nuovo per lui e per il suo gruppo.

→ Prosegui la lettura di Nick Cave The boatman’s call

Nick Cave & Warren Ellis White Lunar

nick cave warren ellis white lunarWarren Ellis è sempre il più stretto collaboratore di Nick Cave da oltre dieci anni, lo confermano l’uscita del nuovo doppio album “White Lunar” per la Mute Records e il loro sito http://www.nickcaveandwarrenellis.com/.
Il doppio album è una raccolta della collaborazione dedicata prevalentemente alle colonne sonore. Parte del materiale è già stato pubblicato, altro invece è inedito. Ad esempio si trova la colonna sonora del file “The road” di John Hillcoat, storico regista dei video di Nick Cave.  Personalmente ho già ordinato l’album e ne parlerò dopo averlo ascoltato.

Sempre dal sito ufficiale è possibile reperire la fanzine, oppure se volete visualizzarla potete fare click qui.