Spending review? No, spending cuts.

Qualche giorno fa parlavo con una persona di madre lingua anglosassone del valore delle parole, sul loro senso e sulla traduzione nella nostra lingua.
La nostra chiacchierata nasceva dopo la visione di un servizio della BBC sulle manifestazioni della gente per le misure economiche in Portogallo.
Abbiamo concordato che in Italia sarebbe stato più corretto non usare le parole “spending review” ma “spending cuts”, ovvero tagli alla spesa pubblica.

Se ti va, rispondi, mi farà piacere leggere un tuo commento, grazie.