E ora attenti agli avvoltoi

Pierluigi Bersani avvoltoioFinita la sbornia elettorale, stamattina ci si sveglia con una sensazione di leggerezza, un rinnovato stupore e un preoccupante cerchio alla testa (questo dovuto più che altro alla birra, temo).

Ma dobbiamo tenere i piedi per terra, pronti a rintuzzare i nuovi pericoli che si presentano all’orizzonte. Uno dei quali, a mio avviso, è quello degli avvoltoi, che stanno cercando di mettere il proprio cappello sulla vittoria referendaria.

Non capite di chi sto parlando? Facciamo un indovinello: chi fu l’ex ministro dello Sviluppo Economico, che il 13 novembre 2007 firmò col Segretario USA all’Energia Bodman un accordo bilaterale di partnership sulla ricerca e lo sviluppo dell’energia nucleare? (fonte: Wikileaks)

E ancora: quale ministro ombra del partito di opposizione, nel 2008, a proposito della gestione dell’acqua, disse: “Devo chiamare qualcuno che sappia fare bene quel mestiere lì. In Francia ci sono società grandissime che gestiscono l’acqua in maniera eccellente. Le aziende che vorranno gestire l’acqua non potranno rimanere quelle di adesso. E’ impossibile“. (fonte: qualunque giornale)

Vi do un aiuto: si tratta della stessa persona che ieri ha dichiarato: “Berlusconi lasci e passi la mano al Quirinale,” oppure “il sì al referendum sancisce il divorzio tra il Governo e il Paese.”

Indovinato: si tratta di Pierluigi Bersani, cui va il premio per il più veloce tentativo di salita sulla carrozza sgangherata dei promotori del referendum, che da ieri è diventata l’augusto carro dei vincitori.

Michele Bottari

5 commenti per E ora attenti agli avvoltoi

  • il referendum ha avuto successo solamente grazie al popolo!
    il resto sono solo giochini politici.

  • Daniele

    Pur trovando estremamente scorretto l’appropriarsi dei meriti del lavoro degli altri (in generale), ritengo che la vittoria dei referendum sia ugualmente importante e sarebbe fondamentale rammentare che, soprattuto quello sull’acqua, averlo vinto non significhi che tutto debba rimanere come è adesso.
    L’indubbio immenso merito dei comitati e dei singoli cittadini a volte però rischia di saltare pubblicamente in aria e perdere credibilità se in una trasmissione televisiva su Rai tre un valido (? non lo conosco, in effetti) esponente dei comitati chiamato a parlare si limita polemizzare con la Rai dicendo sostanzialmente: “Vedete? IO rido perché IO (oppure Noi… non ricordo…) ho vinto, NON I Vostri Ospiti Politici ….” e così via a ripetizione senza riuscire a dire una cosa sensata sul significato della vittoria e un eventuale sguardo progettuale al futuro.
    Nonostante ne comprendessi il motivo, ho trovato l’intervento dialetticamente talmente stupido, che mi ha quasi offeso, avendo molto probabilmente una stessa visione della società dell’attivista, avendo attivamente fatto parte di movimenti ambientalisti e comitati referendari.
    Poi perché molta gente, forse anche molto più incerta o scettica al riguardo, molto probabilmente ha pensato la stessa cosa traendone chissà quali conclusioni.

  • Ci sono i vertici, e poi c’è la base, trasversale, che segue solo il proprio sentire e la propria coscienza. Facciano dunque attenzione i vertici a falsificare la realtà.

  • Chi è senza peccato?

    Prima di tutto i comitati per l’acqua pubblica e il nucleare, semplici cittadini, senza organizzazioni politiche dietro, alcuni partiti, soprattutto della sinistra ‘radicale‘, l’Italia dei Valori, il cui leader Di Pietro ha invitato a non strumentalizzare il risultato dei referendum (e detto da lui, che chiede le dimissioni del governo un giorno sì e uno no, ha un valore particolare).

    E poi gli Stimmatini di Sezano, l’università del bene comune, e tanti parroci che non hanno atteso le tardive indicazioni di Ratzinger per fare una campagna sfegatata a favore dell’acqua pubblica.

    Infine, ma non ultimi, anche tanti elettori e militanti del PD, che non hanno ascoltato le parole di moderazione del loro leader, e sono partiti sin dall’inizio a sostenere questi referendum. Non devono sentirsi in colpa per essere mal guidati da siffatti personaggi.

  • pincopalle

    chi e’ senza peccato scagli la prima pietra!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Lascia un commento a pincopalle Annulla replica

Puoi usare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>