Italian Punk Hardcore 1980 1989 Docu film

Pochi giorni fa, ho ricevuto da Giorgio Senesi di LoveHate80.it la notizia che stanno ultimando il docu-film dedicato alla scena Hardcore Punk italiana degli anni’80. L’ho sempre saputo che prima o poi avrei dovuto dedicare un post al Punk italiano e quindi sono partito dal trailer del DVD.

Gli ideatori del docu-film, grazie a un paziente lavoro duranto anni, sono riusciti a raccontare le origini dell’Harcore Punk in Italia. Le voci dei protagonisti raccontano cosa ha significato far parte della scena Punk italiana e cos’è stata questa esperienza. Sentiremo parlare d’autogestione, dell’organizzazione dei concerti  e delle manifestazioni, di autoproduzione di vinili, di cassette a nastro e fanzine. Ovviamente il tutto non passava inosservato e i rapporti fra i media e le riviste di settore non fu esattamente facile.

Ricordo che al tempo si creò una rete autonoma di persone e gruppi punk, di fanzine, di etichette indipendenti e centri occupati connessi fra loro, dove era possibile trovare tutto il materiale autoprodotto e distribuito, scambiarsi informazioni ed agire da antagonisti contro il sistema.

Ecco un assaggio sotto forma di trailer del docu-film Italian Punk Hardcore 1980 1989.

Dopo aver visto il trailer ho sentito Giorgio per farmi raccontare qualcosa in più.

Italian Punk Hardcore 1980 1989 copertinaDomanda: E’ stato difficile rintracciare tutte queste persone?
Risposta: La cosa più lunga e dispendiosa è stata raggiungere i vari personaggi in tutta Italia (io sono di Bari, mentre gli altri due “soci”, Roberto ed Angelo, vivono a Roma), molti dei contatti bene o male li avevo, data la mia passata esperienza di distro (Mele Marce) negli anni ’80. Poi altri li ho recuperati alla vecchia maniera rintracciando da dischi o fanzine i loro vecchi recapiti e contattandoli direttamente via cavo presentando il progetto. Molti invece tramite il nostro sito. Chiaro che non tutti hanno aderito, alcuni sono stati a dir poco irraggiungibili e altri hanno declinato (max rispetto). Comunque la maggior parte di loro ha accettato di comparire nel film.
D: Complimenti per il progetto, si capisce già dal trailer che è interessante e ben fatto!
R: Grazie! Ci fa piacere ricevere complimenti del genere, il lavoro è stato lungo (e ancora continua!) e pesante. Non è stato per niente facile.
D: Quanto tempo ci avete impiegato? E con chi avete lavorato?
R: Abbiamo iniziato nel 2003, poco dopo aver aperto il sito. Il libro lo realizziamo in completa autonomia: Roberto è un grafico editoriale e questo ovviamente ci aiuta moltissimo. Per il film invece ci siamo rivolti a uno studio professionale di Bari che ci cura il montaggio, seguendo tutte le nostre minuziose direttive.
D: PItalian hc punk Dritti contro un muro copertinaerché avete sentito l’esigenza di farlo?
R: È stata una conseguenza naturale, abbiamo recuperato negli anni tantissimo materiale e volevamo in qualche modo preservarlo e diffonderlo. Un libro e un film documentario ci sono sembrate le cose più sensate e giuste da fare.
D: Assieme al DVD ci sarà anche un’altra uscita, il libro “Dritti contro un muro”. Da cosa si differenza dal docu film?
R: I due progetti viaggiano separatamente anche se i contenuti saranno pressapoco identici. Per forza di cose il libro sarà più completo, avrà ben 420 pagine e sarà di grande formato. Non mancheranno le immagini (tantissime!), indispensabili per un prodotto del genere. Sicuramente sarà una bella sorpresa, per chi come noi ha amato (e ama) il primo hardcore italiano.
D: E’ prevista una data d’uscita sia per il DVD che per il libro?
R: Non abbiamo ancora una data certa ma ti posso dire con sicurezza che saranno pronti entrambi nel 2013.

Riferimenti:

Il sito ufficiale LoveHate80.it

Nel DVD oltre alle interviste ci saranno immagini inedite, fotografie, manifesti, volantini, copertine e articoli di giornali dell’epoca. Gli intervistati sono più di sessanta appartenenti a oltre 100 band. I servizi sono stati raccolti dal nord al sud d’Italia, isole comprese (!).

Nel film Italian Punk Hardcore 1980 1989 sentiremo parlare:

Alberto [Kina | Aosta]
Alex [Stigma, Bloody Riot | Roma]
Alex [Toxical | Udine]
Andrea [Dioxina | Rimini]
Benzo [Fall Out, Archaeopteryx Fanzine | La Spezia]
Bistek [Disarmo Totale, Impact | Ferrara]
Black Demon [Chelsea Hotel | Parma]
Celestino [Uds | Uscita Di Sicurezza | Torino]
Daniela [Hydra | Modena]
Davide [Underage | Napoli]
Diego [Disarmo Totale, Impact | Ferrara]
Dome La Muerte [Cheetah Chrome Motherfuckers | Pisa]
Dumbo [Illustratore, Grafico | Bologna]
Edi [Chain Reaction | Bari]
Enrico [Infezione | Modena]
Fabione [Tanx, Alternativita, Virus Occupato | Milano]
Fabrizio [Lager, Attrito | Roma]
Fabrizio [Stigmathe | Modena]
Federico [Peggio Punx | Alessandria]
Fefo [Anti, Putrid Fever | Firenze]
Gheloscio [Wardogs | Lucca]
Giampo [Stinky Rats | Torino]
Gigo [Impact, Rappresaglia | Ferrara]
Gino [Tiratura Limitata | Milano]
Giulio [Meccano Records | Torino]
Guido [Last Call, Chain Reaction | Bari]
Helena Velena [Raf Punk, Attack Punk Records | Bologna]
Janz [Impact | Ferrara]
Laura [Raf Punk, Attack Punk Records | Bologna]
Lavinia [Contropotere | Napoli]
Luca [Reig | Rivendicatori Esili Industrie Giovanili |
Macerata]
Luca [Stato Di Polizia, Traumatic | Grosseto]
Lucio [Upset Noise | Trieste]
Maniglia [Crash Box, Tvor Fanzine | Milano]
Marco [Antistato, Negazione | Torino]
Marco [Peggio Punx | Alessandria]
Mauro [Raw Power | Poviglio, Re]
Max [Uart Punk | Messina]
Mini [Bed Boys, Mister X Records | Torino]
Mox [Crash Box, Maze | Milano]
Mungo [Declino | Torino]
Muscoletto [Fonico Virus Occupato | Milano]
Nicola M [Chain Reaction | Bari]
Nicola S [Chain Reaction | Bari]
Paolo [Peggio Punx | Alessandria]
Patrizio [Reig | Rivendicatori Esili Industrie Giovanili |
Macerata]
Philopat [Hcn, Napalm, Virus Occupato | Milano]
Piske [Uds | Uscita Di Sicurezza | Torino]
Richard [Warfare? | Gorizia]
Roberto [Bloody Riot | Roma]
Roger [Eu’S Arse, Toxical | Udine]
S.Dro [Kollettivo, El Paso Occupato | Torino]
Sergio [5# Braccio, Contr-Azione, Panico | Torino]
Sergio [Kina, Blu Bus Dischi | Aosta]
Silvio [Declino, Indigesti | Torino]
Simone [Blue Vomit, Nerorgasmo, Ifix Tcen Tcen | Torino]
Stefano [I Refuse It! | Firenze]
Steno [Raf Punk, Nabat, Cas Records | Bologna]
Stiv Rottame [Tvor Fanzine, Tvor On Vinyl | Como]
Tax [5# Braccio, Declino, Negazione | Torino]
Tiziano [Loggia P2, Crash Box | Como]
Vipera [Cheetah Chrome Motherfuckers, Putrid Fever | Pisa]
Zambo [Espansione Urbana, Vrunx, Agonia, Wretched | Verona]
Zazzo [Antistato, Negazione | Torino]

 

7 commenti per Italian Punk Hardcore 1980 1989 Docu film DVD

  • PAOLO (EX NAPALM - MILANO)

    Buonasera

    io c’ero e devo dire che ancora oggi dopo 35 anni sono contento di quello che abbiamo fatto; non ha avuto molto risalto né fortuna, ma chi ha vissuto davvero quel periodo non può dimenticarlo, anche se la vita poi ti cambia e ti porta lontano dalle tue idee di allora ed il mondo di oggi è peggiore , perché fra crisi, disoccupazione, povertà , sfruttamento, usura bancaria, terrorismo religioso e Club Bilderberg non ci sono molte possibilità di vedere avverarsi le utopie di un tempo.

    Ma almeno i giovani ci hanno provato a far cambiare le cose, anche se in modo confuso e tortuoso , con errori e morti per disperazione e droga.

    Oggi possono solo immergersi nella realtà virtuale della connessione 24 ore al giorno, che sta uccidendo i rapporti tra le persone e lascia spazio al peggio dell’essere umano pubblicato nel web.

    Un documentario dovrà essere veritiero e contestualizzato, altrimenti potrà essere solo celebrativo (di che cosa?), speculativo o spettacolare ma senza alcun contatto con quel mondo che non c’é più!

    In bocca al lupo!

    Paolo

    • Enri1968

      Il documentario è uscito da pochi mesi, so che è stato fatto con una certa cura ed attenzione, lo recupererò a breve e ci ritornerò qui nel blog. Per il periodo attuale in linea di principio sono d’accordo con te, i tempi che si vivono sono questi, purtroppo.

      Paolo ciao e visto che ci siamo auguri di buon anno.

  • marc

    ma quando esce??????data??dove reperirlo?????

    • Enri1968

      Ciao, guarda lo sto aspettando pure io, doveva uscire nel 2013, provero’ a sentirli. I riferimenti sono indicati nel post.

    • Uscirà abbiate fiducia! E’ vero la data prevista era il 2013 ma purtroppo alcuni disguidi tecnici ci hanno fatto perdere moltissimo tempo ora però posso dirvi che siamo di nuovo in corsa. Stiamo lavorando arduamente, considerati gli impegni lavorativi e sociali di ognuno di noi, e senza fare previsioni vi dico che presto saremo pronti. Avrete nostre notizie prima del lancio via etere.

  • Sul serio, mi piacerebbe vederlo, questo documentario. Ma non voglio che mi faccia ricordare. Non voglio che serva a contare l’accumulo di rughe, e i chili, e i figli. Non voglio commentare la lista dei presenti, né quella degli assenti, soprattutto degli assenti per forza. Però mi impressiona la frase: “Chiaro che non tutti hanno aderito, alcuni sono stati a dir poco irraggiungibili e altri hanno declinato”. Sono meno di venti parole che mi fanno riflettere. Vabbé, niente Franti perché mica erano punk, men che meno hardcore. Ma il nordest è anche oggi così distante da Bari e da Roma? Eppure, molti sono stati i fuochi accesi nella nebbia di qui. Quelli della provincia, delle città piccole irraggiungibili dopo una certa ora, quelli di Chioggia e di Murano, quelli di campagna che dovevano poi tornare a casa, quelli delle periferie a piedi senza corriera, quelli delle zone depresse a dormire in stazione. Quelli della Bassa friulana. Quelli di montagna, Rovereto, Vittorio Veneto, quelli del Cadore. C’erano, ciascuno con tutto l’amore che poteva. Forse sono loro gli irraggiungibili, quelli che hanno detto no ancora per una volta.

Lascia un commento

Puoi usare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>