English Summer Camps ... ma perchè non English Winter Saturdays?

English camp fruitsVi ricordate degli English Summer camps? Delle settimane verdi in inglese organizzate da Louisa e Laura di cui vi ho parlato prima dell’estate?
Bene, ho incontrato Louisa e Laura alla Fiera del tessile di Borghetto sul Mincio lo scorso 29 settembre, un evento organizzato da alcuni Gruppi d’Acquisto Solidale (GAS), dove intrattenevano i bambini con dei laboratori in inglese, o meglio avrebbero intrattenuto, dato che, causa maltempo, hanno dovuto sospendere anzitempo e allora ne ho approfittato per farmi raccontare qualcosa in proposito e quali novità ci sono.

Domanda: Cosa mi dite dell’esperienza di questa estate?
Risposta Louisa:
E’ andata molto bene, è stato impegnativo perchè abbiamo avuto 73 iscrizioni, suddivise in 5 settimane e i Camps sono stati itineranti, cioè hanno avuto luogo in tre posti diversi. Sicuramente la scelta di realizzare i Camps in luoghi belli e piacevoli per i bambini è stata premiata dall’entusiasmo che essi hanno mostrato a noi e ai genitori. L’inglese come linguaggio prevalente è stato ben accettato perché veicolato attraverso giochi, laboratori, situazioni pratiche e tanta allegria!!
Risposta Laura:
Sì, siamo stati all’Agriturismo Le Mistral di Sommacampagna, alla Fattoria Didattica La Genovesa di Verona, e all’Agriturismo Corte all’Olmo di Ca’ di David. Ogni settimana diversa, perché cucita sui bambini che la frequentavano, sempre in inglese certamente, ma a seconda delle loro caratteristiche, modulavamo le attività, prediligendo attività più sedentarie se il gruppo si mostrava tranquillo, oppure laboratori pratici-fisici se il gruppo richiedeva più movimento. Piantare i semi il lunedì perché la pianta sia nata il venerdì successivo, fare il picnic nel boschetto il mercoledì, la pizza il venerdì e visitare la fattoria degli animali sono state attività che ci hanno quasi sempre accompagnati in queste settimane, ci hanno divertito e hanno divertito i bambini permettendo loro di vivere esperienze significative.

D: Davvero i bambini si divertivano anche se si parlava SOLO inglese? E oltre a divertirsi imparavano anche qualche parola?
R. Louisa:
Sembra impossibile, eppure i genitori ci hanno riferito che a casa i bambini hanno commentato con entusiasmo le varie attività, che canticchiavano le canzoni che proponevamo, che obbligavano tutta la famiglia a cercare chi aveva preso il biscotto dalla biscottiera? (dal gioco Who took the cookie from the cookie jar? vedi video)… e anche di una ragazzina che, durante questi primi giorni di scuola, ha risposto ad una domanda della prof di inglese che nessuno dei suoi compagni sapeva, grazie ad una frase che ha imparato al Camp!!
R. Laura: Infatti… alla fine di una caccia al tesoro, un bambino ci ha detto con lo sguardo trasognato: ”Grazie, non avevo mai fatto fatto nulla di simile!” e ti assicuro che era un bambino molto “esigente”. Le ultime due settimane di camp sono state possibili grazie al passaparola dei genitori, il migliore e più genuino strumento pubblicitario!! A impatto zero e low cost!!!

D: E cosa si può fare in inverno? Non li lascerete inoperosi questi bambini?
R. Louisa:
Stiamo valutando alcuni progetti: il primo è un progetto già collaudato, riguarda un corso di inglese che sto tenendo da alcuni anni, mirato a bambini e bambine della scuola dell’infanzia e primaria, organizzato dal Centro Noi di Custoza e a Dossobuono. Il format è un po’ lo stesso anche se ridotto ad 1 ora o 2 la settimana; giochi canzoni ed esperienze che i bambini possono toccare con mano, lo chiamerei un programma “cross curriculum”, che include un po’ di matematica, di scienze, di geografia, poi la natura, le stagioni, i colori, i numeri, le azioni quotidiane, la scuola.
R. Laura:
Il secondo riguarda i sabati pomeriggio. Ci siamo inventate degli English Winter Saturdays dalle 15 alle 18 circa, durante i quali, attorno ad un argomento ogni volta diverso, i bambini saranno guidati alla scoperta dei vocaboli che riguardano quell’argomento. Il primo sarà il 19 ottobre, sul tema di Halloween. Of course!!!

D: E poi? Avete già pensato altre date?
R. Louisa &Laura: 
Sì, faremo all’incirca uno ogni due settimane, quindi in novembre il 9 (Winter time/winter sports/winter clothes), il 23 (Food/laboratorio di cucina), e il 30 (House and furniture) in dicembre il 14 (Christmas cards) e il 21 (Chirstmas cookies) e in gennaio l’11 (daily routines) e il 25 (games/action verbs).

Per maggiori informazioni:

Lascia un commento

Puoi usare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>