Archie il nostro border collie

Archie il border collie

Archie,
caro compagno del tempo ora passato,
essere gentile non più con noi,
sempre pronto ad accoglierci dando tanto e chiedendo poco.
Volevi solo essere sempre vicino e presente quando eravamo a casa,
non pretendevi e che bello sguardo dolce avevi.
Ascoltavi, camminavi, correvi, saltavi e ubbidivi ma con una intelligenza rara.
Corri ora in prati verdi verdi, salta i ruscelli come solo tu sai fare …

→ Prosegui la lettura di Archie il nostro border collie

Lou Reed bye bye

Domenica mattina, l’ho trascorsa bene con bimbi e amici.
Poi il pranzo e un po’ di compiti dei bimbi, qualche gioco, insomma una tipica domenica da papà.

Ieri pomeriggio verso sera, ho letto le notizie in rete e cazzo! un altro degli artisti del rock ci ha lasciato: Lou Reed.

Lou Reed non aveva mezze misure, ha portato la sua persona e la sua musica sempre al limite, ha raccontato l’anima strana e oscura di noi con uno stile inconfondibile.

Mi piace ricordarlo con la canzone Power and Glory (The Situation) cantata assieme Jimmy Scott da Magic And Loss (1992).

Sebastião Salgado Genesi

Sebastião Salgado Genesi Iguana

Sebastião Salgado, Genesi

Il fotografo Sebastião Salgado ha creato un immenso lavoro d’esplorazione fotografica intitolato Genesi.
Un lavoro paziente, rispettoso e concepito con tutto l’amore per il pianeta Terra.
Salgado e sua moglie Leila hanno lavorato per 8 anni al foto reportage di Genesi, ricercando ambienti, persone, animali e piante non toccate dalla modernità. Luoghi non contaminati, primordiali.

Se guardate con i nostri occhi di oggi sembrano provenire da un altro pianeta.

→ Prosegui la lettura di Sebastião Salgado Genesi

Elliott Smith 2013 dieci anni sono passati

Elliott Smith ritratto in b&n

Un artista che ha saputo scrivere importanti pagine di musica dalla metà degli
anni ’90 fino alla fine dei suoi giorni (2003).
Pagine sussurrate in punta di voce mentre la sua anima urlava tutto il suo
amore e la sua infinita disperazione.

Inutile citare canzoni. Troppo comodo. Elliott Smith va conosciuto accordo
dopo accordo, strofa dopo strofa, canzone dopo canzone.

La sua musica sfiora la pelle per poi penetrare lentamente in vena e una volta
in circolo non smette di circolare, crescere ed emozionare.

Le sue canzoni rimangono a parlarci della sua dolcezza sussurrata dal fondo di
un pozzo dove solo chi conosce il silenzio può coglierne le infinite sfumature.

Elliott Smith va cercato. Come una nota smarrita, come un colore senza nome.

Fabio Fiocco

→ Prosegui la lettura di Elliott Smith, già dieci anni sono trascorsi dalla sua scelta

Linux-cology, l'informatica sostenibile - Linux day 2013

Camion a pieno carico di trashwareLinux Day 2013!

Ecco il nostro puntuale appuntamento dedicato a Linux, il nostro sistema operativo preferito perché libero e privo di vincoli.
Saremo presso la nostra sede di OS3 a Caselle di Sommacampagna (VR), questo quello che troverete!

L’Officina S3, associazione che dal 2007 si occupa di rigenerare vecchi PC per scopi benefici, organizza un seminario aperto a tutti dal titolo “Linux-cology, ovvero l’informatica sostenibile”, sabato 26 ottobre 2013, dalle ore 15:30 presso la sede dell’Officina, a Caselle di Sommacampagna, via Scuole 47.

 L’evento, in contemporanea con il Linux-day nazionale, ha lo scopo di mostrare come Linux possa essere usato non per innovare, ma per dare dignità all’hardware scartato da chi accetta la corsa all’innovazione.

 Gli attivisti dell’Officina S3, grazie a Linux e al software libero, hanno la possibilità di rendere computer altrimenti condannati alla discarica, fruibili per associazioni, scuole e privati cittadini: “Il nostro scopo è quello di recuperare dei computer dismessi (trashware),” dice Matteo Castioni, presidente dell’Officina S3, “e, attraverso il PC ricondizionato, diffondere GNU-Linux e il software libero”

 “Ma ultimamente Linux sta rincorrendo i software commerciali,” sostiene Mirco Gasparini, responsabile dell’officina di Caselle di Sommacampagna: “con programmi sempre più pesanti e carichi di fronzoli inutili. A causa di questa rincorsa, si rischia di lasciare indietro i PC vecchi.”

 “Linux diventa così un involontario alleato dei produttori hardware, interessati a rendere obsolete le macchine dopo pochi anni,” continua Gasparini, “per imporre nuove macchine e software proprietari. Per questo non siamo d’accordo con chi sbandiera Linux come fonte di innovazione.”

→ Prosegui la lettura di Linux-cology, l’informatica sostenibile – Linux day 2013

English Summer Camps ... ma perchè non English Winter Saturdays?

English camp fruitsVi ricordate degli English Summer camps? Delle settimane verdi in inglese organizzate da Louisa e Laura di cui vi ho parlato prima dell’estate?
Bene, ho incontrato Louisa e Laura alla Fiera del tessile di Borghetto sul Mincio lo scorso 29 settembre, un evento organizzato da alcuni Gruppi d’Acquisto Solidale (GAS), dove intrattenevano i bambini con dei laboratori in inglese, o meglio avrebbero intrattenuto, dato che, causa maltempo, hanno dovuto sospendere anzitempo e allora ne ho approfittato per farmi raccontare qualcosa in proposito e quali novità ci sono.

Domanda: Cosa mi dite dell’esperienza di questa estate?
Risposta Louisa:
E’ andata molto bene, è stato impegnativo perchè abbiamo avuto 73 iscrizioni, suddivise in 5 settimane e i Camps sono stati itineranti, cioè hanno avuto luogo in tre posti diversi. Sicuramente la scelta di realizzare i Camps in luoghi belli e piacevoli per i bambini è stata premiata dall’entusiasmo che essi hanno mostrato a noi e ai genitori. L’inglese come linguaggio prevalente è stato ben accettato perché veicolato attraverso giochi, laboratori, situazioni pratiche e tanta allegria!!
Risposta Laura:
Sì, siamo stati all’Agriturismo Le Mistral di Sommacampagna, alla Fattoria Didattica La Genovesa di Verona, e all’Agriturismo Corte all’Olmo di Ca’ di David. Ogni settimana diversa, perché cucita sui bambini che la frequentavano, sempre in inglese certamente, ma a seconda delle loro caratteristiche, modulavamo le attività, prediligendo attività più sedentarie se il gruppo si mostrava tranquillo, oppure laboratori pratici-fisici se il gruppo richiedeva più movimento. Piantare i semi il lunedì perché la pianta sia nata il venerdì successivo, fare il picnic nel boschetto il mercoledì, la pizza il venerdì e visitare la fattoria degli animali sono state attività che ci hanno quasi sempre accompagnati in queste settimane, ci hanno divertito e hanno divertito i bambini permettendo loro di vivere esperienze significative.

→ Prosegui la lettura di English Summer Camps … ma perchè non English Winter Saturdays?